Executive assessment

La People Due Diligence è uno strumento di comprensione del Capitale Umano, studiato per valutare le capacità manageriali necessarie per raggiungere gli obiettivi strategici dettati dal Vertice aziendale. Gli ambiti di applicazione della People Due Diligence sono molteplici e attinenti a tutte quelle fasi di vita aziendale in cui la Governance necessiti di un quadro completochiaro e oggettivo dell’asset People. Principalmente i progetti di People Due Diligence vengono attuati quando lo sviluppo del business sollecita una valutazione del Management, nelle operazioni di M&A o ancora nella ridefinizione del Top Management interessato da progetti di Executive Search o dall’assegnazione di nuovi ruoli di upgrade.

 

Agire sulla cultura aziendale per sviluppare il potenziale

La People Due Diligence di Onexecutive utilizza parametri di analisi propri della cultura internazionale più avanzata nel settore e offre evidenza circa:

  • la cultura, i valori, le motivazioni e il clima di lavoro che reggono l’agire lavorativo dei Team, del Management, dell’Organizzazione
  • lo stile manageriale e la leadership del Top Management, quali ad esempio: lo stile decisionale, l’orientamento all’obiettivo e ai risultati, l’inclinazione alle persone, l’affidabilità, la capacità di guidare il cambiamento, l’apertura all’innovazione
  • le potenzialità dei Manager e le loro probabilità di successo in caso di cambiamento della strategia o di crescita interna all’azienda in ruoli di maggior responsabilità.

Il quadro complessivo finale, garantito dall’applicazione di strumenti di analisi scientificamente validati su dati omogenei, consente al Vertice di comprendere come gestire al meglio gli alti potenziali nonché le figure critiche, suggerendo gli interventi migliorativi sulla cultura aziendale e il clima di lavoro.

“Il successo di tutte le operazioni aziendali
dipende dalle abilità, dalla storia e dalla motivazione dei Manager
che vi operano all’interno.

La resilienza e la soddisfazione delle persone
che lavorano in azienda, a qualunque livello,
dipendono fortemente dal sentire di poter realizzare se stessi e il proprio potenziale nel lavoro.

Tale potenziale va dunque conosciuto per aiutare le aziende e le persone
ad impiegarlo al meglio.”